Coppa Italia Finn

Meteo Napoli


  Temp. Cielo Vento
Oggi 12°/ Sereno Vento moderato da nord-est
Mer 12°/ Nubi sparse Vento moderato da nord-est
Gio 15°/ Poco nuvoloso con piogge moderate Vento moderato da sud-est
Ven 15°/ Poco nuvoloso con qualche pioggia Vento moderato da ovest
Sab 17°/14° Poco nuvoloso con qualche pioggia Vento moderato da ovest

Agenda Eventi

mese precedenteDicembre 2018mese successivo
LuMaMeGiVeSaDo
262728293012
34Festa di Santa Barbara56789
10111213Proiezione del documentario “Vinilici. Perché il vinile ama la musica”141516
17181920212223
24252627282930
31123456

Cerca nel sito

cerca nel sito
notiziario cstn
Novembre 2018
Instagram LNI Napoli Facebook LNI Napoli Facebook Gli Svak(ati)
Coppa Italia Finn
12/03/2018
Finn IMG_1773.JPG

Condividi

Napoli ancora una volta protagonista di uno dei circuiti più importanti del mondo velico. Da ieri infatti  la Lega Navale Italiana sezione di Napoli ed il Reale Yacht Club Canottieri Savoia, ospitano il primo appuntamento nazionale della Classe Finn la Coppa Italia Finn 2018, valida per  per il Ranking Nazionale Federazione Italiana Vela.
Due le prove messe a segno ieri. Il Presidente del Comitato di Regata, Piero lo Giudice è riuscito a dare puntuale la partenza ai 27 timonieri in gara provenienti da diverse parti d’Italia.
Eolo, debole e ballerino che ha soffiato da Sud,  ha richiesto particolare attenzione per la conduzione e interpretazione della regata.
Un salto di vento accompagnato da un importante calo d’aria ha costretto il CDR ad un cambio di percorso nella seconda prova.
Ottimo l’esordio di Federico Colaninno, dello Y.C.C. Gaeta, primo in classifica generale e primo della categoria Juniores con un secondo ed un primo piazzamento è seguito da Roberto Strappati, della LNI Ancona. Strappati,  vincitore della prima prova, ha chiuso 5 la seconda regata. Sul gradino di bronzo Franco Martinelli, CDV Roma. Martinelli è anche il primo classificato della classe Grand Master. Bisogna scorrere la classifica fino all’ottava posizione per incontrare il primo napoletano in gara, Stefano Thermes, del CRV Italia, in testa alla categoria Grand Grand Master.
Sono previste ancora  fino a tre prove oggi, per la conclusione dell’evento.
Atteso vento forte che potrebbe cambiare l’esito della classifica, favorendo gli atleti di punta della classe che meglio si esprimono con condizioni di vento teso.
Ad allietare i regatanti ieri sera si è svolta una piacevole serata di gala al Circolo Savoia Carlo Campobasso, presidente dello storico Sodalizio ha affermato: “Torna a Napoli dopo tanto tempo una classe importante del panorama velico, l’unica che è rimasta barca olimpica sin dal 1952. Una barca molto tosta, che richiede peso e una forza fisica non indifferente e che forse qualche volta non è stata apprezzata dai napoletani. Questo evento vuole essere un incentivo per i pochi finnisti rimasti in città di continuare in questa classe”.
“Siamo felici di partecipare all’organizzazione di questa regata - sottolinea l'avv. Alfredo Vaglieco, presidente della Lega Navale di Napoli - che riporta in città una barca prestigiosa come il Finn, che proprio nella nostra città ha scritto una delle pagine più belle della sua storia.”
Francesco Lo Schiavo, presidente V Zona FIV, ha evidenziato: “Un altro evento velico di rilievo nazionale rafforza la valenza del campo di regata di Napoli e le capacità organizzative dei circoli affiliati. Dopo i Laser è la volta di una classe olimpica che ha avuto negli anni grandi velisti internazionali, regalando all’Italia una medaglia d’argento all’Olimpiade di Sydney 2000”.
Antonella Panella
 
In allegato elenco partecipanti e classifica provvisoria
chiudi precedente successiva
.
Caricamento in corso...